Coffee Coaching - HP e Microsoft Blog in Italiano
Coffee Coaching – Pausa Informatica. La community HP e Microsoft con soluzioni per le PMI dedicata a tutti i rivenditori

System Center 2012 - Soluzioni software Microsoft per il private cloud

SEGUI COFFEE COACHING

facebookLogo_25x25.png     1946630324.png    linkedinLogo_25x25.png     youtube.png
 

Il private cloud è un pool di risorse in termini di networking, di storage e di capacità di calcolo che vengono raggruppate e messe a disposizione degli utenti in modalità self service ed è caratterizzato da elementi come l’elasticità e l’automazione.

 

Alla base di tutto è necessario avere un’infrastruttura altamente virtualizzata che va proprio a dare quella caratteristica di elasticità al private cloud. Questo è ottenibile grazie all’hypervisor(Hyper-V) che è incluso all’interno del sistema operativo Windows Server 2008 R2.

 

Lo stato sovrastante è costituito dalla gestione, cioè System Center, prodotto che è in grado di raggruppare le risorse del private cloud e di metterle a disposizione degli utenti; infatti ha appunto al suo interno una componente di self service.

 

Grazie ad alcune caratteristiche di orchestrazione, di service manager e di monitoring, System Center permette l’automazione dei processi e permette di rispondere in maniera immediata ad impulsi derivanti, ad esempio, da incidenti, da picchi di carico o da richieste da parte degli utenti stessi.

 

System Center permette ai professionisti IT di avere una visione completa dello stato di salute dell’infrastruttura. Grazie alla nuova release System Center 2012 i professionisti IT potranno non solo vedere le performance dell’infrastruttura fisica, dell’infrastruttura virtuale e del private cloud, ma sarà anche possibile controllare le performance della cloud pubblica, tramite Windows Azure.

 

System Center è in grado di sfruttare le risorse già presenti all’interno del data center per abilitare la cloud privata, permettendo quindi di massimizzare il ritorno sugli investimenti già fatti. Questo significa che System Center si integra perfettamente con diversi componenti hardware e con soluzioni preconfigurate come ad esempio soluzioni HP con HyperV Cloud Fast Track. Si integra anche con hypervisor, sistemi operativi e applicazioni non Microsoft, in modo da poter sfruttare le risorse già presenti e utilizzate all’interno dell’azienda. Il focus del private cloud di Microsoft è sulle applicazioni e quindi l’infrastruttura virtuale si basa sulle applicazioni per rispondere di conseguenza.

 

System Center è integrato con soluzioni di terze parti, quindi perfettamente utilizzabile in un ambiente eterogeneo (anche se consigliamo di utilizzarlo in ambienti Windows) ed è in grado di aiutare le aziende a fare la transizione verso il cloud computing nei loro tempi. Dando la gestione dell’infrastruttura fisica e virtuale dal cloud privato al cloud pubblico sarà possibile per le aziende decidere quando e se svolgere una determinata transizione, sfruttando gli stessi strumenti.

 

Per quanto riguarda i costi, Microsoft mette a disposizione delle soluzioni di licensing che favoriscono l’adozione di soluzioni di private cloud. Di Windows Server e System Center esistoni versioni per il data center che permettono di gestire un numero illimitato di macchine virtuali; oppure esiste una soluzione chiavi in mano che si chiama Microsoft Enrollment for Core Infrastructure che raggruppa questi prodotti e li mette a disposizione delle aziende in un unica SKU (Stocking Keeping Unit).

Commenti
da Paolo Schiraldi(anon) in data ‎01-11-2013 03:32 PM

Ciao Massimiliano,

bello il tuo post. Io ho solo una domanda alla quale forse mi puoi rispondere; come posso sfruttare al meglio il private cloud anche a livello aziendale, per sviluppare e allargare relazioni B2B e non solo B2C? Grazie

da massimiliano in data ‎01-28-2013 11:03 AM


Ciao Paolo,

grazie per il commento e per i complimenti al post.

Per quanto riguarda la tua domanda, ti consiglio di seguire il blog di HP Converged Infrastructure dove troverai diversi post riguardanti il tema cloud. Proprio ieri è stato pubblicato il seguente articolo:http://h30507.www3.hp.com/t5/HP-Converged-Infrastructure-Blog/Oltre-i-virtualizzatori-i-tre-passi-pe...

Altro ancora invece lo puoi trovare sul sito di Microsoft: http://www.microsoft.com/en-us/server-cloud/cloud-computing/service-providers.aspx

Inoltre ti segnalo questi 4 articoli:

Viaggio nel cloud: come evitare 5 fasi dolorose per lo storage

La prospettiva di David Chalmers su convergenza e cloud computing

Meglio comprare una nuova auto o un nuovo sistema cloud?

Cinque metodi per rendere più semplice il vostro data center

 

Grazie ancora,

Massimiliano

 

Inserisci un commento
Assicurarsi di immettere un nome univoco. Impossibile riutilizzare un nome già in uso.
Assicurarsi di immettere un indirizzo e-mail univoco. Impossibile riutilizzare un indirizzo e-mail già in uso.
Immettere i caratteri visualizzati nell'immagine riportata sopra.Immettere le parole che si sentono.
Cercare
About the Author
Graduated in International Economics with specialization in Marketing. Working in HP since 2007, Digital Marketing Lead from 2010. Speakin...
Informazioni sull'autore
  • Graduated in International Economics with specialization in Marketing. Working in HP since 2007, Digital Marketing Lead from 2010. Speaking Italian and English.
  • The MKT 2.0 Girl.


Follow Us